Incontro-discussione del libro: Masculinities, identità maschili e appartenenze culturali, Pedalata ecologica e Mercatino del baratto: Barat-arte

Martedì 26 maggio 2009 dalle 19:00  presso la nuova taverna del maltesa via Nicolai:

MASCULINITIES, IDENTITA’ MASCHILI E APPARTENENZE CULTURALI 

Recitare la parte del maschio.
Identificazione, finzione, impostura o parodia?

Presentazione del libro

Masculinities.
Identità maschili e appartenenze culturali
a cura di David Buchbinder e Susan Petrilli, Mimesis, Milano 2009
Interverrà Augusto Ponzio, prof. di Filosofia del linguaggio nell’ Università di Bari

 

Sabato 30 maggio 2009 PEDALATA ECOLOGICA

comunicato dell’evento del gruppo “Mobilità sostenibile a Bari? Mettiamoci sulla buona strada! art. 230” (ex festa del respiro):

Siamo molto orgogliosi di essere stati convocati a partecipare alla Pedalata Ecologica organizzata dall’Ipercoop il giorno 30 maggio 2009 alle ore 10.00. La Pedalata Ecologica rientra nel progetto DIFFERENZIAMOCI e vede la partecipazione in contemporanea dei centri commerciali Mongolfiera pugliesi, Molfetta esclusa.
Ruotalibera e il gruppo della Festa del Respiro, insieme a tutti gli altri ciclisti volenterosi che vorranno partecipare all’inziativa, partiranno dai due ipermercati cittadini – Japigia e Santa Caterina – per incontrarsi a metà della pista ciclabile e da lì spostarsi verso la vicina Caserma dei Pompieri nei cui pressi saranno piantati degli alberelli in una zona già individuata e opportunamente approntata.
Quindi vi invitiamo a essere dei nostri e partecipare a questa lodevole iniziativa che unisce in un solo evento mobilità sostenibile e spirito ecologico!
http://cc.thekom.it/upload/locandine/cc-mon-japigia1482.pdf
Cliccando su questo link sarete indirizzati alla locandina con il percorso per chi intende partire dall’ipercoop di Japiga, mentre cliccando su quest’altro link
http://cc.thekom.it/upload/locandine/cc-mon-scaterina1483.pdf
potrete vedere il percoso da effettuare partendo da Santa Caterina. Lungo il percorso saremo scortati da pattuglie di Vigili Urbani e ogni partecipante riceverà un cappellino al momento della partenza.
VI ASPETTIAMO NUMEROSI SABATO MATTINA!

 

Domenica 31 maggio 2009 dalle 10:30 alle 13:00 presso la ludotega del parco 2 giugno a Bari MERCATINO DEL BARATTO dal tema: BARAT-ARTE

In questa occasione gli amici del mercatino mostreranno come un semplice materiale di scarto può essere riciclato per un utilizzo creativo dello stesso. Non mancate!

Beppe Grillo a Bari 21 maggio ’09

Come si è potuto leggere dal titolo giovedì 21 maggio Beppe Grillo sarà a Bari per promuovere la lista civica a 5 stelle. Riporto il comunicato dell’Organizer del meetup di Bari:

Giovedì 21 maggio Beppe Grillo sarà a Bari in Corso Vittorio Emanuele (piazza dell’Economia – lato prefettura) per presentare la lista civica barese “Beppe Grillo” per una Bari a cinque stelle.
Il Beppe Nazionale salirà dalle 20.00 sul palco insieme agli aspiranti consiglieri della lista e al candidato Sindaco al comune di Bari Alfonso Ciampolillo ( detto Lello)
, 37enne impiegato ed esperto nel settore delle telecomunicazioni. Questo movimento politico di democrazia dal basso è nato interamente dalla rete internet e dal blog di Beppe Grillo.
Una voce nuova, fuori dal coro, con idee e parole nuove:
-Raccolta differenziata 100% con tariffa puntuale ( più ricicli meno paghi) e progetto Rifiuti zero in contrapposizione alle discariche tossiche e agli inceneritori inquinanti della vecchia politica.
-Energie rinnovabili vere dell’acqua , del sole , del vento e della terra contro le rinnovabili finte del carbone, del gas, dei rifiuti, del nucleare proposte da una classe politica di settantenni che disegna un futuro che non vedrà.
-Trasporti pubblici non inquinanti con filobus, piste ciclabili, mezzi elettrici e a idrogeno da sostituire all’attuale trasporto su gomma a petrolio e gas che rende irrespirabili e nocivi per la salute i centri cittadini, intasati da auto e da parcheggi sotterranei che ormai fanno parte del passato.
-L’acqua è un bene pubblico essenziale come l’aria e non può essere privatizzata da una s.p.a. quotata magari in borsa che ne trae profitto.Un bene prezioso che deve essere risparmiato ed usato con parsimonia e distribuito da condotte tenute in perfetta manutenzione .
Espansione del verde pubblico ed implosione delle città . Concessioni di licenze edilizie solo per demolizioni e ricostruzioni di edifici civili o per cambi di destinazione d’uso di aree industriali dismesse.

I candidati della Lista civica “Beppe Grillo per una Bari a cinque stelle” non appoggiano nessuno schieramento politico perchè sono liberi cittadini informati e senza tessere di partito.
All’ evento di Giovedì 21 maggio a Bari interverranno BEPPE GRILLO, il candidato Sindaco al Comune di Bari Alfonso Ciampolillo ( detto Lello), il Dr Agostino Di Ciaula (medico internista barese esperto di nanopatologie), i candidati alle europee IDV: Sonia Alfano, Carlo Vulpio e il Prof. Alberto Lucarelli.

Giù le mani dalla rete

Credevo che con la proposta di legge Levi-Prodi si fosse toccato il fondo, ma a quanto pare gli abomini della casta non hanno limiti. Vi copio e incollo il testo di un gruppo pro free blogger di facebook:

L’attacco finale alla democrazia è iniziato! Berlusconi e i suoi sferrano il colpo definitivo alla libertà della rete internet per metterla sotto controllo. Ieri nel voto finale al Senato che ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (disegno di legge 733), tra gli altri provvedimenti scellerati come l’obbligo di denuncia per i medici dei pazienti che sono immigrati clandestini e la schedatura dei senta tetto, con un emendamento del senatore Gianpiero D’Alia (UDC), è stato introdotto l‘articolo 50-bis, “Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet“. Il testo la prossima settimana approderà alla Camera. E nel testo approdato alla Camera l’articolo è diventato il nr. 60.

Anche se il senatore Gianpiero D’Alia (UDC) non fa parte della maggioranza al Governo, questo la dice lunga sulla trasversalità del disegno liberticida della “Casta” che non vuole scollarsi dal potere.

In pratica se un qualunque cittadino che magari scrive un blog dovesse invitare a disobbedire a una legge che ritiene ingiusta, i provider dovranno bloccarlo. Questo provvedimento può obbligare i provider a oscurare un sito ovunque si trovi, anche se all’estero. Il Ministro dell’interno, in seguito a comunicazione dell’autorità giudiziaria, può disporre con proprio decreto l’interruzione della attività del blogger, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine. L’attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro il termine di 24 ore. La violazione di tale obbligo comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000 a euro 250.000 per i provider e il carcere per i blogger da 1 a 5 anni per l’istigazione a delinquere e per l’apologia di reato, da 6 mesi a 5 anni per l’istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all’odio fra le classi sociali. Immaginate come potrebbero essere ripuliti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta con questa legge?

Si stanno dotando delle armi per bloccare in Italia Facebook, Youtube, il blog di Beppe Grillo e tutta l’informazione libera che viaggia in rete e che nel nostro Paese è ormai l’unica fonte informativa non censurata. Vi ricordo che il nostro è l’unico Paese al mondo, dove una media company, Mediaset, ha chiesto 500 milioni di risarcimento a YouTube. Vi rendete conto? Quindi il Governo interviene per l’ennesima volta, in una materia che vede un’impresa del presidente del Consiglio in conflitto giudiziario e d’interessi.

Dopo la proposta di legge Cassinelli e l’istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra poco meno di 60 giorni dovrà presentare al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al “pacchetto sicurezza” di fatto rende esplicito il progetto del Governo di “normalizzare” il fenomeno che intorno ad internet sta facendo crescere un sistema di relazioni e informazioni sempre più capillari che non si riesce a dominare.

Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet? Chi non può farlo pensa bene di censurarlo e di far diventare l’Italia come la Cina e la Birmania.

Oggi gli unici media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati Beppe Grillo dalle colonne del suo blog e la rivista specializzata Punto Informatico(http://punto-informatico.it/). Fate girare questa notizia il più possibile. E’ ora di svegliare le coscienze addormentate degli italiani. E’ in gioco davvero la democrazia!

17 maggio 2009: biciincittà e giornata mondiale contro l’omofobia

A Bari il 17 maggio ’09 alle h 10:00 al parco 2 giugno ingresso principale si terrà, come in molte altre città italiane, la manifestazione ciclistica Biciincittà, casualmente quest’anno la mainifestazione si è trovata in coincidenza con la giornata mondiale per la lotta contro l’omofobia e, in funzione di questo doppio valore che queste giornate implicano, ho invitato gli amici di facebook a partecipare a Biciincittà con una consapevolezza ulteriore riguardo alle lotte dei movimenti LGBT. Conoscere, sapere, essere informati sui bisogni, le esigenze e soprattutto le privazioni e le discriminazioni di una buona fetta della cittadinanaza italiana aiuta ad essere cittadini migliori in tutti i sensi. Il carico esperenziale e valoriale in questo senso si allarga.  Il termine ecologia dalla radice etimologica greca oikos che vuol dire casa, abitazione, ambiente e logia ovvero studio, significa appunto conoscenza della casa, del luogo di abitazione non solo in senso puramente letterale, o solo nel senso naturalistico, ma anche come conoscenza della casa intesa come io personale. Bob Marley diceva che la sua casa è la mente, e aveva ragione. La cura del sè è conoscenza di sè e ciò significa, di conseguenza, conoscenza del mondo di cui si è partecipi e artefici. Il mio invito, quindi, non è quello di farci protagonisti di una manifestazione plateale, bensì quello di acquisire una nuova consapevolezza ecologica che ci chiama alla responsabilità verso il vivente in forma totale. Il mio invito infatti è rivolto alla coscienza del Singolo!

Per partecipare all’evento potete iscrivervi presso questi punti vendita di Bari:
– UISP via m. amoruso, 2 tel 0805615657
– BAR AUSTRALIA via giovanni XXIII, 15
– DECATHLON vl. de blasio, 1
– FANTASTICO LO SPORT via melo, 45 :: via sparano, 160
– FERRANDES p.zza a. moro, 53
– KICK BACK vl. unità d’italia, 29
– MAGARELLI SPORT
– MANNARINI CICLI
– PASTICCERIA MORISCO
– S.G. ANGIULLI
– XSOLE CENTRO ESTETICO

Per saperne di più sulla giornata mondiale per la lotta contro l’omofobia:

http://www.intollerantianonimi.it/

rispettivi eventi locali per la giornata contro l’omofobia:

http://www.arcigay.it/comitati-arcigay-per-giornata-contro-omofobia-2009

sito dell’ Unione Italiana Sport per Tutti che organizza annualmente biciincittà:

http://www.uisp.it/nazionale/index.php?contentId=229

10 maggio ’09 serata Ivan Graziani, 11 e 12 maggio ’09 omosessualità e religione con don Franco Barbero

Serata dal vivo per Ivan Graziani: Domenica 10 maggio dalle ore 21 alla Vecchia Taverna del Maltese, quella in via Netti 34 a Bari, il Club della Canzone d’Autore Città di Bari ricorderà la figura del cantautore Ivan Graziani, scomparso nel 1997 a soli 51 anni, dopo averci lasciato canzoni indimenticabili come “Agnese”, “Paolina”, “Firenze, canzone triste” e “Lugano addio”. Sul palco sarà Beppe Cordaro a interpretare le sue canzoni. Alcuni video e altri ricordi accompagneranno le canzoni di Ivan. L’ingresso è libero, ma è gradito un contributo anche minimo e assolutamente libero per la copertura delle spese…

Doppio evento, lunedì 11 maggio e martedì 12 maggio 2009 alle ore 18:00 presso il cinema Splendor in via Buccari 24 Bari:

SPIRITUALITA’: OMOSESSUALITA’ E RELIGIONE con don Franco Barbero

“Non sono le differenze che ci dividono
È la nostra incapacità
di riconoscere, accettare e celebrare
tali differenze”
Audre Lorde
Una voce dissonante rispetto alla questione della presunta incompatibilità tra omosessualità e fede , quella di Don Franco Barbero , ex sacerdote della comunità di base di Pinerolo, dimesso dallo stato clericale nel 2003 e autore del libro “Omosessualità e Vangelo. Franco Barbero risponde”.
La nostra iniziativa , articolata in due giorni , ha come scopo la costruzione di uno spazio di dibattito e di mutuo confronto sul tema dell’infondata stigmatizzazione dell’omosessualità da parte delle alte cariche della Chiesa Cattolica , prendendo in considerazione il Vangelo , in cui non pare esserci alcuna condanna nei confronti dell’omosessualità.
L’iniziativa oltre a presentare il libro di Franco Barbero lo coinvolgerà in un attivo confronto con il pubblico e con le realtà associative che vi hanno aderito .
Lo scopo è quello di indurre i presenti ad una partecipazione come cittadinanza attiva pronta al confronto e allo scambio di informazioni. A tal proposito è previsto un momento di dibattito – confronto anche con scolaresche per sottolineare l’urgenza di comunicare con una fascia di età sensibile , spesso plagiata su questo tema dai discorsi clericali e istituzionali che incentivano forme di omofobia .
Un ulteriore spazio a disposizione delle scolaresche è costituito dalla cosiddetta Biblioteca Vivente , in cui i singoli o i gruppi potranno scegliere un libro vivente /persona che si racconterà e risponderà alle domande del “lettore” , in modo tale da eliminare il pregiudizio di quest’ ultimo attraverso un dialogo – confronto costruttivo.
L’iniziativa risponderà ai dubbi e alle perplessità di chi vede la fede e l’omosessualità come due realtà parallele e contraddittorie . Si intende infatti far luce su quelli che sono i vuoti dogmatismi del Vaticano circa l’omosessualità vista in prospettiva antitetica rispetto a qualsiasi forma di spiritualità.
Faremo ciò all’insegna non di un polemico anticlericalismo fine a se stesso ma basandoci su esperienze di vita vissuta , di problematiche complesse e di realtà ambivalenti rappresentate egregiamente dagli inesauribili spunti dell’opera di Barbero ,al quale sin da ora porgiamo il nostro piu’ sentito grazie per la sua sensibilità e gratitudine come associate dell’Associazione Arcilesbica Mediterranea Bari e come cittadine baresi per la possibilità di presentare un cosi’ grande momento culturale.

Martedì 12 maggio – pomeriggio.o Vittorio Emanuele, nei pressi di P.zza Garibaldi

h.18.00  Avvio lavori
h.18.15  Proiezione Video sul tema dell’omofobia

h 19.00  Dibattito pubblico
h.20.00  Biblioteca vivente
h.21.00  Chiusura, saluti e ringraziamenti

Essere per la morte (chi ha orecchie per intendere intenda)

Mi è davvero difficile contestualizzare qui, in un blog, quello che vorrei esprimere più col non detto che col detto, più, come si dice metaforicamente, con quel che si lascia nella penna che con quel che si scrive. Ma ci voglio provare, voglio tentare di dire non dicendo.

Nella vita ci sono spesso bivi che implicano dualità nelle strade che si intraprendono, ogni strada intrapresa, ovviamente, è anche rinuncia di un’altra strada, ma chi ha quelle essenziali basi di sapienza ontologica sa bene che non è drasticamente così, in forma differente portiamo in noi la strada perduta. Ma adesso non è questo il punto. Il percorso intellettuale, emotivo, che potremmo definire ora affettivo, nel senso etimologico di ciò che ci tocca, è un percorso totalizzante, tutta la personalità ne viene coinvolta, ma l’essere del proprio io è qualcosa che muta, che cambia, è un essere che cambia i suoi stadi intrinseci. Il punto è questo. Essere arrivati in una fase dove si deve scegliere, appunto al bivio, è una strada presa che implica la responsabilità dignitosa di accogliere e fronteggiare la scelta fatta. In questo momento in cui mi trovo adesso, dopo la laurea, non c’è nulla di sicuro, nulla di certo, ma solo la vertigine  della scoperta che ha come suo contrappeso il rischio. Il “Maestro francese” Henri Bergson sosteneva giustamente che i successi più grandi sono ottenuti da coloro che si assumono il rischio maggiore. Osare sarà il verbo motore intrinseco dell’agire, il “muovente” di ogni scelta incomprensibile e apparentemente inutile agli occhi del senso comune. L’essere, però, non conosce giustificazione per la rinuncia al rinnovo di se stesso, come non conosce giudizio altrui, è essere senza soggezione. Ed è questo che ho intenzione di vivere, l’essere senza soggezione anche se le mie scelte di vita sono incomprensibili, ingiustificabili e controproducenti alla logica del senso comune che è poi la logica delle convenzionali abitudini culturali stabilite da una civiltà. E’ chiaro che non mi riferisco a violazioni di leggi o atti portati a procurare danno altrui, bensì atti, al contrario, rivolti a procurare benessere mio e di conseguenza altrui. Un io in pace col mondo-essere non può che donare pace al mondo “nonostante il mondo”. Non ho mai fatto mistero della mia fede cristiana, il Vangelo mi insegna il coraggio e la fiducia nel rimanere nella tempesta salda nei miei princìpi perchè aderente all’essere e, quindi, alla grammatica di Cristo, come direbbe Vito Mancuso. Ed ora, infatti, ho scelto la tempesta nella Fede.

<< Chi avrà trovato la sua vita, la perderà; e chi avrà perduto la sua vita a causa mia, la ritroverà >> (Matteo 10 – 39).

 

Bari, 5 maggio 2009

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: