Il Liocorno presenta: Trafitta dalla luna di Elisa Robino – teatro Traetta di Bitonto

Trafitta dalla lunaLo spettacolo di Elisa Robino in scena al teatro Traetta giovedì prossimo

L’associazione culturale “Il Liocorno Onlus – inventori di emozioni” di Bitetto organizza, nell’ambito delle proprie attività istituzionali e degli  eventi speciali del programma dell’Assessorato alla Cultura del comune di Bitonto, giovedì 22 marzo presso il Teatro Traetta lo spettacolo “Trafitta dalla luna”, performance dei “Ladri di parole”.
Alle 21 il sipario si leverà sull’opera diretta e musicata da Barbara De Palma, per le performance di Silvia Cuccovillo, Anna De Palma, Barbara De Palma e Lorena Pasotti che si muoveranno sulle note della chitarra di Giancarlo Pirro e del pianoforte di Angelita Putignani.

“Trafitta dalla luna” è una performance teatral-musicale che attinge ai testi poetici di Elisa Robino, allestita dalle attrici del Teatro Osservatorio Siliva Cuccuvillo Anna De Palma, Barbara De Palma e Lorena Pasotti, che per l’occasione, insieme al musicista Giancarlo Pirro, hanno costituito un ensemble chiamata “Ladri di parole”.
La pièce si articola in nove quadri, separati tra loro da canzoni italiane eseguite dal vivo, ciascuna delle quali apre e offre l’escamotage per il titolo del quadro successivo.  Lo spettacolo, attraverso versi e musiche,  realizza un percorso fatto  di emozioni,  in cui ogni singolo spettatore potrà riconoscersi.   Tra i tanti brani,  “Figlia” di  Vecchioni per il quadro dedicato alla maternità,  “Poesia” di Cocciante per quello ispirato all’amore per la poesia , “Innamorarsi” della Vanoni che descrive la bellezza che porta con sé l’innamoramento, “Come musica” di Jovanotti dedicata agli incontri che cambiano la nostra vita e la rendono magica, “Ritornerai” di B. Lauzi, per aprire il quadro del ritorno dell’amore sognato, “Voglio” di Pablo Milanes  anticipa invece la parte più intimistica dello spettacolo, dove a fare da protagoniste sono le poesie sull’io più profondo della Robino.  Le poesie  seguono un filo consequenziale, venendo a creare una vera e propria “storia di vita in versi” della poetessa, ma indirettamente segna quei passi fondamentali che caratterizzano, seppur in maniera diversa, la vita di ognuno. In questo spettacolo quindi la poesia viene utilizzata in una maniera del tutto innovativa, costruendo i dialoghi delle interpreti con un lavoro davvero molto interessante che sicuramente rende la poesia amabile e fruibile anche a  un pubblico non amante della poesia stessa. Lo scopo dello spettacolo è rendere nuda la poesia, liberando le emozioni e portandole al pubblico in una maniera anticonvenzionale.
Lo spettacolo è pensato in un’atmosfera sognante, retrò, anni ’50, e volutamente crea quindi un filo tra passato e presente una contaminazione tra la poesia che spesso viene definita un genere letterario d’èlite, alla più popolare musica leggera italiana . Il gioco degli opposti quindi si compone per dimostrare di come le emozioni, superando la barriera del tempo e dei generi, dispiegano quel qualcosa che appartiene  a tutti da sempre : la poesia della vita.

Per info e prenotazioni è possibile contattare i numeri  347/3083308 – 080/3742636 oppure iodiceros@alice.it e ancora http://www.liocorno.org

notizia presente su: Bitonto TV – news.

La poesia della storia al Liocorno di Bitetto

La poesia della storia l’ho vissuta l’altra sera, come sempre, al Liocorno di Bitetto. Questa mia riflessione sulla serata:  “Il mistero dei Templari” non è da esperta, tantomeno da appassionata. La storia dei Templari non mi ha attirata mai più di tanto in passato; ha suscitato una lieve curiosità che ho subito frenato a causa dell’uso ed abuso che si è fatto dell’utilizzo dell’immagine dei Sacerdoti Guerrieri. Domenica 15 gennaio, però, l’illuminazione. Finalmente ho sentito musica per le mie orecchie. Le parole del prof. Lopane, storico ed esperto delle questioni Templari, mi hanno rassicurata. Era dai tempi dell’Università che non sentivo spiegazioni serie, coerenti e, soprattutto, razionali. Sui Templari si è detto di tutto e si sono costruite montagne di scemenze e di storie da cui, poi, c’è chi ne ha ricavato un ritorno economico. Questa è la ragione per cui sono stata sempre diffidente a riguardo. Con la serata al Liocorno ho potuto constatare, ed avere conferma, che molte montature sono state costruite a dovere da coloro che considero gli intellettuali della peggior specie (se intellettuali si possono definire): i giornalisti, coloro che ci hanno marciato nel costruire storie inesistenti, senza alcun fondamento storico-documentaristico. Ora, i giornalisti sono per definizione dei cronisti e, in quanto tali, l’effetto del loro lavoro è quello di creare e orientare l’opinione pubblica, per questo il loro lavoro è delicato e pericoloso e dovrebbe implicare una certa etica; spesso però ci si imbatte, oltre che nei servi del potere, anche negli pseudo-ricercatori , negli pseudo-intellettuali e, aggiungerei, negli pseudo-uomini. La differenza fra un cronista-giornalista inventore di storie e creatore di opinioni ed un filosofo vero, uno studioso accademico, ma anche uno studioso privato appassionato (anche se si deve ammettere che non tutti i privati hanno certe caratteristiche, vincolanti per gli accademici e per i filosofi accademici, possibilmente per i filosofi in generale), è che questi ultimi vivono il loro lavoro con quello spirito scientifico che il cronista non riesce nemmeno a concepire, semplicemente gli intellettuali seri sono ricercatori della verità. Con questo non intendo sostenere l’assenza di impegno e di lavoro in ciò che i cronisti fanno, bensì l’assenza di scientificità, di metodologia. Al Liocorno, finalmente, dopo tanto tempo, ho risentito la musica dell’esperto, della fondatezza, della scienza, della ragione. Il blaterante vociferare delle sciocchezze leggendarie è svanito come un’entità caduca che si frantuma di fronte alla solennità della Verità.

Il Liocorno – Il mistero dei Templari Prof. Paolo Lopane

Il mistero dei templari

Il mistero dei Templari

Il Graal, le Crociate, Gerusalemme e la difesa del Tempio, la Sacra Sindone, il potere temporale della Chiesa, l’eresia, l’Inquisizione, l’esoterismo, i tesori e le guarnigioni costruite sulle vie che portavano in terra Santa, queste e altre infinite cose ci riconducono ai monaci guerrieri più famosi della storia. Cercheremo attraverso supporti audiovisivi e l’intervento del Prof. Paolo Lopane, studioso di storia medioevale, di riuscire a fare un minimo di chiarezza tra leggenda e realtà.
Coordina Rosaria Iodice

domenica 15 gennaio 2012 dalle  20.00 fino alle 23.00 al Liocorno  Bitetto,

via Nicolantonio Giannini 37

Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti: 3473083308

Il Liocorno e la legge di attrazione

Ancora una volta l’Associazione Culturale il Liocorno propone un evento sui generis. Il dibattito sulla legge di attrazione è stato al centro della serata  condotta da Rosaria Iodice. La proiezione di 30 minuti del film-documentario: The Secret è stata seguita dalla spiegazione della legge di attrazione che mostra, in breve, la possibilità di realizzare concretamente quel che desideriamo o pensiamo, nel bene e nel male. Rosaria Iodice, esponendo chiaramente la questione, al di là di ogni banale spiegazione, chiarisce la difficoltà di questa legge che governa l’universo (legge a cui ha dedicato quindici anni di studi). La serata è stata condotta con passione razionale e gli interventi del pubblico sono stati sentiti.

Quel che colpisce dell’associazione culturale il Liocorno, fondata da Rosaria Iodice e Marta Noviello, è la dimensione “domestica” del contesto. Al Liocorno ci si sente a casa, gli spazi sono piccoli e familiari, quasi “caserecci”. Anche fra sconosciuti subentra una relazionalità composta e cordiale; insomma, l’atmosfera che si vive in questa associazione si presenta come una perla di vita in un mondo dove la relazione autentica è fortemente in crisi.

Domenica 27 novembre 2011 il Liocorno replica il dibattito sulla legge di attrazione

per informazioni e prenotazioni (prenotazione obbligatoria):  3473083308

Il Liocorno presenta: Irish Music Giuseppe Porsia e Massimo La Zazzera

Sabato 30 aprile h 21:00 Bitetto – Bari presso l’Associazione Culturale Il Liocorno in via Nicolantonio Giannini 37 Continua a leggere

Il Liocorno presenta: Afra di Luisa Ruggio

Rosaria Iodice presenta Luisa Ruggio e il suo primo successo editoriale Afra (Besa editrice) Continua a leggere

Il Liocorno presenta: Io & Miryam – storia di un amore omosessuale negli anni ’40

Sabato 5 febbraio e domenica 6 febbraio rispettivamente alle 21:00 e alle 19:30 a Bitetto-Bari, l’Associazione Culturale Liocorno presenta: Io & Miryam Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: