Spade e cipolle di Angela Iurilli – Il Liocorno Bitetto

Spade e cipolle

Spade e cipolle

Spade e cipolle Angela Iurilli. Un racconto che scavalca i secoli e pone al centro una relazione
antica: quella tra padrona e serva legate da una morsa indissolubile che fa
di due anime un corpo e di due personaggi una sola interprete. Sofronia la
feroce padrona e Nina la serva che non piange mai.

Uno spettacolo realizzato grazie al sostegno del teatro Kismet Opera dove esordì con un successo di critica e pubblico.

Domenica 29 gennaio 2012 h 20:00 Il Liocorno Bitetto via Nicolantonio Giannini 37

Prenotazione obbligatoria:
cell.3473083308 oppure 0809924878

La poesia della storia al Liocorno di Bitetto

La poesia della storia l’ho vissuta l’altra sera, come sempre, al Liocorno di Bitetto. Questa mia riflessione sulla serata:  “Il mistero dei Templari” non è da esperta, tantomeno da appassionata. La storia dei Templari non mi ha attirata mai più di tanto in passato; ha suscitato una lieve curiosità che ho subito frenato a causa dell’uso ed abuso che si è fatto dell’utilizzo dell’immagine dei Sacerdoti Guerrieri. Domenica 15 gennaio, però, l’illuminazione. Finalmente ho sentito musica per le mie orecchie. Le parole del prof. Lopane, storico ed esperto delle questioni Templari, mi hanno rassicurata. Era dai tempi dell’Università che non sentivo spiegazioni serie, coerenti e, soprattutto, razionali. Sui Templari si è detto di tutto e si sono costruite montagne di scemenze e di storie da cui, poi, c’è chi ne ha ricavato un ritorno economico. Questa è la ragione per cui sono stata sempre diffidente a riguardo. Con la serata al Liocorno ho potuto constatare, ed avere conferma, che molte montature sono state costruite a dovere da coloro che considero gli intellettuali della peggior specie (se intellettuali si possono definire): i giornalisti, coloro che ci hanno marciato nel costruire storie inesistenti, senza alcun fondamento storico-documentaristico. Ora, i giornalisti sono per definizione dei cronisti e, in quanto tali, l’effetto del loro lavoro è quello di creare e orientare l’opinione pubblica, per questo il loro lavoro è delicato e pericoloso e dovrebbe implicare una certa etica; spesso però ci si imbatte, oltre che nei servi del potere, anche negli pseudo-ricercatori , negli pseudo-intellettuali e, aggiungerei, negli pseudo-uomini. La differenza fra un cronista-giornalista inventore di storie e creatore di opinioni ed un filosofo vero, uno studioso accademico, ma anche uno studioso privato appassionato (anche se si deve ammettere che non tutti i privati hanno certe caratteristiche, vincolanti per gli accademici e per i filosofi accademici, possibilmente per i filosofi in generale), è che questi ultimi vivono il loro lavoro con quello spirito scientifico che il cronista non riesce nemmeno a concepire, semplicemente gli intellettuali seri sono ricercatori della verità. Con questo non intendo sostenere l’assenza di impegno e di lavoro in ciò che i cronisti fanno, bensì l’assenza di scientificità, di metodologia. Al Liocorno, finalmente, dopo tanto tempo, ho risentito la musica dell’esperto, della fondatezza, della scienza, della ragione. Il blaterante vociferare delle sciocchezze leggendarie è svanito come un’entità caduca che si frantuma di fronte alla solennità della Verità.

Il Liocorno – Il mistero dei Templari Prof. Paolo Lopane

Il mistero dei templari

Il mistero dei Templari

Il Graal, le Crociate, Gerusalemme e la difesa del Tempio, la Sacra Sindone, il potere temporale della Chiesa, l’eresia, l’Inquisizione, l’esoterismo, i tesori e le guarnigioni costruite sulle vie che portavano in terra Santa, queste e altre infinite cose ci riconducono ai monaci guerrieri più famosi della storia. Cercheremo attraverso supporti audiovisivi e l’intervento del Prof. Paolo Lopane, studioso di storia medioevale, di riuscire a fare un minimo di chiarezza tra leggenda e realtà.
Coordina Rosaria Iodice

domenica 15 gennaio 2012 dalle  20.00 fino alle 23.00 al Liocorno  Bitetto,

via Nicolantonio Giannini 37

Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti: 3473083308

Il Liocorno presenta: Water un film di Deepa Mehta sulle donne schiacciate dalla religione e dai dogmi sociali

Il Liocorno presenta l’ultima serata per sole donne prima della chiusura estiva. L’occasione per stare insieme ci verrà data dal magnifico film diretto da Deepa MehtaWater”. Continua a leggere

Il Liocorno presenta: Irish Music Giuseppe Porsia e Massimo La Zazzera

Sabato 30 aprile h 21:00 Bitetto – Bari presso l’Associazione Culturale Il Liocorno in via Nicolantonio Giannini 37 Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: