Primi risultati del V2-Day a Bari e provincia

I primi dati che il gruppo dei Grilli Attivi riesce a fornire per la città di Bari e provincia riguardo alla raccolta firme per i tre referendum del V2-Day sono:

Bari: 1960 firme

Provincia: 990 firme

Per un totale di: 2950 firme

Noi grilli attivi, nelle prossime settimane, comunicheremo che continueremo a raccogliere firme. Nel meetup verranno presentati gli aggiornamenti.

Annunci

Beppe Grillo V2-Day “libera informazione in libero stato”

Reuters – Gio 24 Apr – 11.11

MILANO (Reuters) – Il comico genovese Beppe Grillo, promotore del V-day e da anni alla guida di varie iniziative di pressione politica sul web, ha organizzato per domani a Torino una nuova manifestazione per protestare contro il sistema di informazione italiano.

(Pubblicità)

In occasione dell’evento, dicono gli organizzatori, si raccoglieranno firme per sostenere i referendum promossi da Grillo per cambiare alcune norme riguardanti l’informazione.

Il mese scorso, il comico genovese ha depositato in Cassazione tre quesiti referendari su: abolizione dell’ordine dei giornalisti, dei finanziamenti all’editoria e della legge Gasparri sulle frequenze tv.

“I giornalisti sono una casta privilegiata, i privilegi che hanno discendono dal potere politico per cui invece di esercitare una funzione di informazione, controllo e denuncia ne sono voce e cassa di risonanza”, si legge in una nota diffusa dagli organizzatori.

La scelta di tenere la manifestazione — battezzata V2-day — nel giorno dell’anniversario della liberazione dal nazifascismo, dicono gli organizzatori, è stata fatta appositamente da Grillo per simboleggiare il bisogno di liberare l’informazione dai vincoli politici da cui è appesantita in Italia.

Anche il primo V-day, contro il sistema politico del paese, si era tenuto nella data simbolica dell’8 settembre, giorno della firma dell’armistizio fra l’Italia e gli Alleati.

Oltre che a Torino, città simbolo della resistenza dove si svolgerà la manifestazione principale, altri eventi collegati al V2-day si terranno anche a Roma e a Milano.

La strada difficile della sessualità

La sessualità è tra gli aspetti e gli argomenti della società moderna e postmoderna più controversi. Da una parte c’è una tendenza sessofobica prevalentemente incalzata dai tabù storici imposti dall’istituzione ecclesiastica, ricordiamo l’abusato concetto di colpa (concetto spesso usato impropriamente), dall’altra parte la sessualità vive il suo boom nella trasgressione libertina. Al di là delle moralizzazioni, quel che vorrei notare in questo contesto è che, sia nei tabù sia nella libertà dei comportamenti sessuali, c’è una distorsione culturale della sessualità. La sessualità, nel nostro tempo, spesso non rende l’aspetto veritiero della sua funzione che non è solo una semplice funzione di riproduzione della specie, ma anche quella della conoscenza più accurata del proprio corpo e di quello altrui. Una conoscenza adeguata porterebbe verso la cura di sè e dell’altro nella sfera sessuale-affettiva. Ora, la sessualità femminile, sappiamo tutti, è più complessa di quella maschile, ciò è dovuto dal fatto che le donne hanno due modi di provare il piacere sessuale, quello vaginale e quello clitorideo. Questi implicano due forme di piacere diverso che spesso sono difficili da conciliare. Possiamo dire che la mancanza di una provocazione del piacere, adeguato ad ogni ambito, spesso è causa della frigidità nelle donne. Vien naturale chiedersi: perchè le donne possono vivere la frigidità? La crudezza con cui oggi si parla e, soprattutto, si vive la sessualità, ha portato la specie umana alla freddezza dell’atto sessuale, ormai vissuto, soprattutto dalla generazione più giovane, come un atto necessariamente dovuto senza essere vissuto come un momento di carica erotica a coronamento dell’affettività. La sessualità moderna-posmoderna è diventata meccanica e, come ogni meccanica, presenta le caratteristiche della prevedibilità e staticità del rapporto. C’è una violenza inaudita nei confronti del corpo, sia quello altrui, sia il proprio. Il corpo è visto-vissuto ormai come oggetto o come mezzo per uno scopo determinato: il piacere in sè. Nella noia della meccanica si consuma il sesso non adeguatamente supportato dall’informazione sessuale, un’informazione che dovrebbe portarci alla conoscenza del proprio corpo  e di quello altrui accompagnata dall’educazione emotiva, così si eviterebbe di vivere un atto naturale come qualcosa di estraneo, quasi alieno, alla vita psichica-spirituale di tutta la persona, senza tabù bigotti, senza sensi di colpa ingiustificati e senza svendita del corpo alla migliore offerta simbolica della civiltà dell’immagine.

Da un’e-mail ricevuta: un consiglio per chi vuol essere libero di non votare senza avvantaggiare una futura maggioranza. Cittadini: svegliamoci!

Non tutti sanno.
Pochi lo sanno ma la legge prevede la possibilita’ di rifiutarsi di votaree metterlo a verbale. Quando si va al seggio e dopo che le schede sonovidimate si dichiara che ci si rifiuta di votare e si vuole che sia messo averbale. Le schede di rifiuto vengono CONTATE e sono VALIDE, contrariamentealle schede nulle o bianche o all’astensione dal voto. Nessun media(chiaramente) ne parla, sembra che i giochi della CASTA siano gia’ fatti,come al solito la gente andra’ a votare il “meno peggio”. Nel caso leschede di rifiuto arrivassero a un certo numero ( cosa mai successa nelleelezioni italiane) la castaavrebbe “qualche problema” nell’assegnare iseggi vuoti e i media saranno obbligati a parlarne. L’astensionismo passivo non fa percentuale di media votanti e riguardo alleelezioni legislative il nostro sistema di attribuzione non prevede nessunquorum di partecipazione. Quindi, se per assurdo nella consultazioneelettorale votassero tre persone, ciò che uscirebbe dalle urne sarebbeconsiderata valida espressione della volontà popolare e si procederebbequindi all’attribuzione dei seggi in base allo scrutinio di tre schede.Altresì le schede bianche e nulle, fanno si percentuale votanti, ma vengonoripartite, dopo la verifica in sede di collegio di garanzia che neattestile caratteristiche di bianche o nulle, in un unico cumulo da ripartire nelcosiddetto premio di maggioranza….(per assurdo sempre votando bianca onulla se alle prossime elezioni vincesse Berlusconi le suddette schedeandrebbero attribuite nel premio di Forza Italia). Esiste però un METODO DIASTENSIONE, che garantisce di essere percentuale votante (quindi non> delegante) ma consente di non far attribuire il proprio non-voto alpartito di maggioranza. E’ infatti facoltà dell’elettore recarsi al seggioe una volta fatto vidimare il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTODI RIFIUTARE LA SCHEDA, assicurandosi di far mettere a verbale taleopzione; è possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE AL VERBALE, UNA BREVEDICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L’ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LEMOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO (es.: ‘Nessuno degli schieramenti qui riportatimi rappresenta’)’. ‘La scelta delladata del 13 aprile per il voto inalternativa a quella del 6 di aprile può apparire casuale ma non lo è> affatto: votando il 6 aprile, infatti, i parlamentari alla primalegislatura non rieletti non avrebbero maturato la pensione, votando invececome stabilito dal Consiglio dei Ministri il 13 aprile, ovvero unasettimana dopo, acquisiranno la pensione”. ”E poi parlano di voler farel’election day per ridurre i costi della politica -ironizza- Ben altrisaranno i costi di queste pensioni, non solo in meri termini quantitativi,ma anche per il messaggio dato al Paese, perché questo è il tipico esempiodi come fatta la legge viene subito trovato l’inganno”. MORALE DELLAFAVOLA 300.000.000 DI COSTI PER QUESTA GENTE CHE DOPO POCHISSIMI MESI SENZAFAR NULLA >> GIA’ HANNO UNA PENSIONE DI PLATINO ALLA FACCIA DEI PENSIONATICHE DOPO UNA VITA DI LAVORO ADESSO PER MANGIARE RACCATTANO LAVERDURARIMASTA A TERRA NEI MERCATI. FATE GIRARE QUESTE INFORMAZIONI, TUTTI DEVONOSAPERE I tg corrotti E PREZZOLATI NON LO DICONO, I GIORNALI NEMMENO, SOLOINTERNET PERMETTE DI CONOSCERE QUESTA SCHIFEZZA.

Un link che presenta meglio il filmato per “non votare”

http://it.youtube.com/watch?v=Na6tMu0KfNQ

E-mail di Giovanna beppegrillo-meetup-169

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: