Gustavo Adolfo Rol – Documentario

Documentario di History Channel su Gustavo Adolfo Rol un uomo consultato da uomini potenti, ma che ha avuto anche detrattori, come si evince dal filmato; il fascino e il mistero sono innegabili, soprattutto per l’umiltà che aveva e per non aver mai cercato gloria e soldi attraverso le sue capacità. Gustavo Rol si definiva la grondaia, metafora che utilizzava per spiegare l’immenso potere/intelligenza che attraveroso di lui si esprimeva, perchè, per egli, l’intelligenza del grande spirito era una realtà evidente. In questo documentario sono molto interessanti le testimonianze, ma soprattutto le spiegazioni dell’astrofisico e divulgatore scientifico Massimo Teodorani che più volte cita la fisica quantistica per spiegare, in un certo senso, l’attendibilità di ciò che sosteneva Rol.

 

Annunci

“IL CORPO DELLE DONNE” film documentario completo

Genere: Documentario

Durata: 24″

Di: Lorella Zanardo, Marco Malfi Chindemi, Cesare Cantù

Questo film documentario non è un’accusa nei confronti degli uomini, bensì un’autocritica delle donne. In realtà non è il corpo delle donne ad essere violato, ma l’identità, l’autenticità della donna stessa. Un documentario che procede con una chiarezza disarmante e conclude con una domanda esplicita quanto pungente; ognuna, nel propio intimo, provi a rispondersi e a dare seguito, in ogni modo, ad uno spunto di criticità che può e deve insorgere al di là di ogni moda.

Storia proibita del 900 italiano – La questione omosessuale

Un’ interessante storia di come l’omosessualità, nel ‘900 italiano, venne vissuta, attraverso le leggi, i costumi, la stampa e le battaglie. History Channel ha voluto proporre uno spaccato della storia italiana poco raccontato e conosciuto.

Prodotto: History Channel

Genere: Documentario

Durata: 55 min.

Religiolus – Vedere per credere

Uno sguardo satirico e controverso sul ruolo istituzionale delle religioni nel mondo. “Religiolus” segue il comico americano Bill Maher nei suoi viaggi presso i siti religiosi del mondo e nelle sue interviste con numerosi credenti.

Un documentario che forza il paradosso della fede, ma soprattutto mette in risalto gli aspetti estremi e quindi ridicoli della religione positiva (secolarizzata).

Prodotto nel 2008

Genere: Documentario

Durata: 101 min.

Guarda Fahrenheit 9 11 ITA completo

Il triangolo nero e il triangolo rosa – i triangoli della discriminazione – Paragraph 175

I rispettivi triangoli nero e rosa sono, oggi, i simboli della discriminazione sociale e sessuale delle donne e degli uomini omosessuali nell’epoca nazista. Il 27 gennaio è la giornata della memoria, è la giornata dedicata al ricordo di quello che è stato l’orrore più sistematico nella storia dell’umanità: l’Olocausto. Ancora oggi, però, pochi sanno che, oltre agli ebrei, zingari, avversari politici, furono perseguitati e deportati nei campi di concentramento anche molti omosessuali, questi ultimi vennero distinti tra omosessuali uomini e omosessuali donne. L’omosessualità maschile fu vista come un fenomeno ancora più grave rispetto all’omosessualità femminile in quanto i primi, oltre ad avere l’obbligo di far proseguire la razza ariana, costituivano un motivo di vergogna per la stessa e una vera minaccia per la gioventù del “nuovo popolo” che si affermava. Le donne, invece, che erano già considerate inferiori, furono, per dir così, più tollerate ideologicamente, ma non nei fatti, perchè la loro omosessualità non impediva comunque la procreazione e, quindi, la discendenza della razza stessa. Si verificò così una discriminazione nella discriminazione. Possiamo notare la violenza psico-fisica che subivano queste donne, in quanto garanzia di sopravvivenza era il matrimonio ovviamente eterosessuale. I gay, invece, non avevano scampo in quanto l’omosessualità non garantiva la procreazione e l’ottica in cui li si vedeva era quella di una sessualità finalizzata al solo piacere egoistico. In tutto ciò possiamo notare il totale annullamento della Persona in quanto tale. L’individuo, nell’epoca nazista, non era considerato, ma la sua importanza era in rapporto al suo essere parte di un tutto omogeneo conformato fino all’estremo. La persona, con i suoi affetti, pensieri, sentimenti, è annullata in nome dell’ideologia e della mera riproduzione demografica della razza considerata pura. Quello che oggi mi fa rabbrividire è notare le analogie delle motivazioni di allora con le motivazioni di adesso portate avanti da alcuni politici italiani e dalla chiesa stessa. Per farvi comprendere a pieno vi riporto un brano del Paragrafo 175 della legge nazista contro gli omosessuali e potremo notare che non ci sono tante differenze tra alcune “affermazioni” di allora e le affermazioni di oggi: Continua a leggere

+ o – il sesso confuso, racconti di mondi nell’era AIDS

“…l’aids ha bruciato un sogno, ha ridotto enormemente le prospettive,
ha chiuso l’obiettivo, ha ristretto il campo nelle possibilità di vita di ciascuno di noi”

un film documentario per ricostruire la storia di un virus e di c Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: