Beppe Grillo e la libertà di coscinza

grillo1-535x300

La gravità della scelta di Beppe Grillo, il dietro front, in merito alla libertà di coscienza che lascia ai senatori del Movimento cinque Stelle sul DDL Cirinnà, non è solo dovuta all’atto vile nei confronti di cittadini che sono ancora di fatto, di fronte alla legge italiana, cittadini di serie B, ma è dovuta anche all’ambiguità di una scelta contro la linea, e cavallo di battaglia, di tutto il movimento che si presenta innovotore rispetto alle forme classiche partitiche. Ci riferiamo al fatto che una delle cose che spesso Grillo ribadisce è proprio l’importanza delle scelte della base, ovvero le votazioni che avvengono attraverso il sito/blog di Grillo a testimonianza di una democrazia diretta partecipata. L’esito delle votazioni, presente nel blog del leader del M5S, tenutasi a fine ottobre 2014 (a cui ho partecipato essendo iscritta da anni), è sotto gli occhi di tutti: ben oltre 21.000 a favore, contro meno di 4.000 contrari; una vittoria dei sì schiacciante. Ora, ci chiediamo: dov’è questo rispetto della base? dov’è il rispetto dell’esito della votazione già avvenuta e della tanto decantata democrazia dal basso? Grillo scrive: Continua a leggere

La porta sull’infinito: nuovo ordine mondiale – massoneria

Michael Moore non fu l’unico a sospettare riguardo a ciò che causò il crollo delle torri gemelle. Anche in Italia, qualche anno fa, ci si pose seriamente il problema della massoneria e di un eventuale nuovo ordine mondiale. Oggi la nostra domanda è: i popoli occidentali sono veramente liberi e democratici? La trasmissione “La porta sull’infinito” affronta temi complessi e scomodi, questioni e domande ancora in attesa di risposta.

Prodotto: Videolina

Genere: Attualità

Durata: 1:34:21

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: