Elfi: la pietra in quarzo, la musica dentro

Chi mi è vicino in questo momento della mia vita sa bene che sto passando un periodo particolare. Ho difficoltà a parlarne, a descrivere il mio stato d’animo, ad avere contatti sociali. L’improvvisa situazione che è calata sulla mia famiglia ha destabilizzato me e il resto dei miei familiari. Le mie speranze, i desideri sembrano frenati dalle difficoltà, le mie energie sembrano disperdersi nei giorni di impegni che passano. E in fondo come la mia amica Emi mi ha detto, in questi momenti capirò chi mi è veramente amico e chi no. Le credo!

Penso alle energie che sento disperdere, penso all’energia che ognuno ha: penso all’energia. Quando sono andata nella valle degli elfi molto non è stato raccontato e quel che non ho detto è che in quella valle, in alcune circostanze, le pietre si trasformano in quarzo. I bambini elfi hanno trovato anche delle pietre molto grosse, io ne ho un paio piccoline, una già quarzo e l’altra in via di trasformazione. Mi hanno detto che dei campi elettromagnetici, in alcuni periodi, hanno la possibilità di costituire questo fenomeno. La natura, quindi, trasforma la pietra in quarzo. Io mi chiedo ora: la pietra inerte che mi sento adesso, con la giusta energia, riuscirà a trasformarsi in quarzo?

Nietzsche dava un grande potere alla musica, la musica più della poesia ci mette in contatto con gli dèi, la parte più intima e nuda di noi stessi, la musica risveglia la memoria dionisiaca dell’inconscio. A volte una melodia la ascoltiamo e riascoltiamo senza sapere il perché questa ci rapisce. La musica stimola zone cerebrali, ma la memoria è oltre, la memoria è vissuto esperenziale, la memoria è istante, un presente dispiegato, una ricerca del tempo perduto, un amore ritrovato, un ricordo risvegliato. Come posso donarvi un frammento della mia memoria che sia coincidente con le emozioni, con lo stato d’animo che ho provato e che provo adesso, come posso coinvolgervi senza apparire banale ai vostri occhi, anche per sola riconoscenza per le vostre visite che mi fanno sentire meno sola; vorrei regalarvi un istante, un piccolo frammento di emozione, un ricordo sincero con gli attimi di una musica dolcissima.

Vi farò ascoltare due brani della colonna sonora di un noto film che riconoscerete subito. Questi brani sono il ricordo sonoro della valle che mi porto dentro, sono la musica che accompagnava quei giorni, sono la magia che mi è rimasta, la poesia che non vuole morire:

PS di quest’ultimo brano mi piace di più l’altra versione

Annunci

8 Risposte

  1. Ciao rosi,
    ti chiedo scusa se non mi sono fatta sentire in questi giorni, solo che durante la settimana sono fuori casa, sai sto lavorando alla tesi. A casa torno la sera quando ormai da voi sono le dieci passate. Sai non mi sembra chiamarti a quell’ora. poi su msn non ci siamo viste. Vorrei dirti che purtroppo o per fortuna la vita è piena di ostacoli. non lasciarti privare dalle energie della vita. so che è troppo facile per me dire queste cose, ma non mollare. e soprattutto basta vivere di ricordo. adesso svegliati e vivi, si possono vivere tanti momenti belli anche nella vita di tutti i giorni. e soprattutto quello che hai vissuto nella valle degli elfi si può ancora vivere, magari sotto altra forma e sotto altri aspetti. ma per favore smettila di stare sempre nel passato.apri le finestre e fai entrare la luce, e vedrai che piano piano sarà la vita che ti darà la forza e le energie giuste. e piano piano si prenderà cura delle tue ferite, ma lascia fare alla vita. non sarà facile ma è possibile.

    Mi piace

  2. Carissima Emi, ieri sera la tua telefonata mi ha, non solo rincuorata, ma incoraggiata, soprattutto perchè mi hai ricordato la Fede che ho ricevuto e mi hai detto parole che solo i veri “militi Cristiani” possono capire. E di questo ti ringrazio.

    I post della valle degli elfi sono nati soprattutto per un desiderio di testimonianza di un altro modo di vivere. I ricordi sono la parte più bella che ci portiamo dentro e quando ricordiamo non vuol dire che smettiamo di vivere. Se, personalemnte, sto vivendo una battuta di arresto le ragioni, come sai, sono altre, la memoria, per come la vivo io, non mi blocca nella vita, anzi, spesso è il punto di slancio per lanciarmi in nuove esperienze in quanto la memoria è identità sempre in crescendo. Come ho cercato di spiegarti ieri, devo solo riuscire a conservare i miei spazi vitali, cercare il mio sbocco e incamminarmi piano piano, e per fare tutto questo devo prima di tutto ritrovare le energie. Sto vivendo una situazione che mi ha spiazzata, ma sto cercando, anche con difficoltà, di racapezzarmi e di ritrovarmi. Con questo voglio dirti che anch’io sono convinta che la vita, vivendola, mi ridarà le energie giuste e posso assicurarti che non vedo l’ora perchè la volontà non manca 🙂
    ciao

    Mi piace

  3. Ros che bella la musica del secondo video che hai pubblicato! stupenda 😉
    uno di questi giorni devo chiamarti assolutamente, cmq sai dove trovarmi x qualunque cosa, un aiuto, quello che vuoi, posso trovare il modo di liberarmi. per il resto le mie giornate le passo tutte all’univ lo sai e venirti a trovare proprio a casa è difficile, ma ti chiamo.

    passa tutto non preoccuparti, devi solo trovare la forza di risollevarti. un bacio 😉

    Mi piace

  4. Grazie myriam…

    ci sono altre melodie della stessa colonna sonora che sono altrettanto belle, vorrei inserire i file audio per condividere con voi questa musica, ma la piattaforma wordpress non mi permette di inserirli se non a pagamento…

    Mi piace

  5. Come spesso accade: anche qui si predica bene ma si razzola male.

    Quando un giorno la prospettiva da cui sempre si parte diventerà un’altra, e si inizierà ad ascoltare l’altro più che a volerlo correggere, forse ci si inizierà anche a capire…

    … ma c’è sempre l’alternativa: ignorare!

    Mi piace

  6. Cara gilda, invece di scrivere fesserie in forma pubblica e uscirtene con frasi fuori contesto fatti un esame di coscienza e renditi conto di come ti comporti, se le persone non rispondono forse una ragione valida ce l’hanno, ma tu sei troppo egocentrica per rendertene conto e per capire che qui nessuno ha mai voluto cambiare nessuno.

    …e per favore scrivimi in forma privata se mi vuoi comunicare. Grazie

    Mi piace

  7. ciao..
    cercavo sul web delle info sulla valle degli elfi è ho trovato il tuo blog..
    sto vivendo un momento molto particolare, ho avuto una bimba 7 mesi fa, che ha cambiato la mia vita..
    vorrei delle informazioni su quei luoghi e dei consigli se hai tempo e pazienza!
    soprattutto se secondo te è fattibile trasferirsi li lontano da qs società, da qs mondo che nn sento mio..insomma capisci?ti sarò enormemente grata se vorrai contattarmi!!
    un abbraccio grande

    Mi piace

  8. Ciao jiulia, le cose da dire sugli elfi sono davvero tante, sarebbe meglio che tu, in base a delle specifiche curiosità, mi porgessi delle domande.

    Riguardo alla trasferibilità tutto è possibile, ma è una cosa che dovresti valutare con cautela e soprattutto con senso della realtà. Le condizioni in cui vivono gli elfi non sono facili, tutt’altro, dovresti prima andare diverse volte per un certo tempo e poi devi vedere se, oltre a trovarti tu bene con loro, loro si trovano bene con te. Ci sono molte cose da valutare, ma se vuoi conversare a riguardo contattami quando vuoi jiulia.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: